Il logo del Saronno TchoukBall Club

Saronno TchoukBall Club

Emanuele Tramacere

By gabriele.turchetti February 7, 2014

NOME: Emanuele

COGNOME: Tramacere

ETA‘: 26

SQUADRA: Castor

N° MAGLIA: 7

MOTTO: Bisogna sempre giocare lealmente… Quando si hanno in mano le carte vincenti

SOPRANNOME: Ema

RUOLO: ala destra

 

Ciao Emanuele e benvenuto a: CONOSCI I COMETS?”cominciamo!

Classica domanda..Come hai incominciato a giocare a Tchoukball? Quali erano le tue emozioni all’inizio della tua carriera e cosa ti ha spinto a continuare in questi anni?

Dunque ho iniziato in quinta superiore, avevo smesso di giocare a basket e mi serviva un nuovo sport. La Chiara Volontè (vedi tu che ruolo darle) era la mia insegnante di educazione fisica e casualmente quell’anno era anche in commissione d’esame. Diciamo che è stato lo stimolo iniziale, ma una volta iniziato e capito che potevo migliorare davvero tanto non ho più voluto smettere. All’inizio non c’era ancora neanche un campionato, mi allenavo nel gruppo sportivo del Liceo e la sera mi allenavo anche con la squadra del Saronno, che allora comprendeva tutti i più forti ed esperti giocatori. La mia sfida era fare meglio di loro, mi allenavo per poter arrivare a prendere il loro posto. Ho sempre puntato in alto, solo così puoi davvero crescere.

Avevi un giocatore preferito (che ti entusiasmava nelle giocate) quando hai cominciato a giocare? E ora?

Come detto non c’era un’unico punto di riferimento, mi confrontavo con tutti. Quando ho iniziato io, Diego Carugati era l’ala destra più forte d’Italia. Il mio obiettivo era superarlo. E ora? Beh ora lui è un’ala sinistra, tanto male non devo aver fatto.

Cosa ti dà più soddisfazione, superare il tuo avversario o migliorare te stesso?

Più miglioro me stesso, più posso provare a superare i miei avversari

Saper ingannare un avversario può decidere molti punti? Come si acquisisce questa abilità?

Credo che prima di tutto si debba avere la più ampia varietà di soluzioni possibili. Più vari sono gli attacchi e più difficile per il difensore risulterà scoprire quali sono le contromosse da mettere in atto per difendere. In più il trucco è sempre tenere il difensore in movimento con il gioco di squadra. Quando un difensore è in movimento non ha mai il pieno controllo del proprio corpo e della situazione di gioco.

Hai un allenatore che ti guida e ti aiuta? Com’è la relazione con questa persona?

Arrivati al punto in cui sono io, ma come me anche molti dei miei compagni credo che l’allenatore debba essere una figura che decide un piano di lavoro più che aiutare concretamente. Credo che l’apice del movimento italiano sia arrivato ad un punto per cui il “miglioramento” non possa arrivare da corsi o allenamenti guidati. Credo che i passi più grandi arrivino sempre da una combinazione di esperimento e osservazione: osservo, studio il movimento, metto in pratica e ripeto.

Che cosa significa vincere?

Vincere significa aggiungere gioia e soddisfazione al lavoro svolto in allenamento. Dimostrare sul campo di aver lavorato bene, confrontarsi spesso con i migliori e avere la meglio regala una gioia immensa.

La vittoria più bella?

Fortunatamente ho vinto tanto nella mia carriera da tchouker e ho tanti momenti impressi nella mente. Come prestazione di squadra credo che la finale della prima ewc vinta a Saronno dai Castor sia la vittoria più bella ottenuta dalla squadra. Io porto con me 3 momenti che mi hanno fatto gioire tanto ed essere orgoglioso di me per quanto fatto sul campo: a) la vittoria contro Limbiate nel secondo campionato ai tempi supplementari in cui ho fatto i punti decisivi da ala sinistra nel finale. b) la semifinale dei mondiali con Singapore in cui dopo una gara tiratissima con i miei punti finali (o di Terracenere secondo i cronisti Rai) siamo andati nella finale di un mondiale c) la finale dello scorso campionato. Uscire dal campo e sentire dopo la vittoria finale i complimenti di tutti per come sono stato d’aiuto nella vittoria della squadra mi ha veramente riempito di gioia!

Obiettivi per questo nuovo 2014?

Programmi per quest’anno…beh sicuramente (lavoro permettendo) disputare una buona ewc. Poi cercare di confermare il ruolo dei Castor in campionato, ma, non lo nego, il mio sogno sarebbe di andare agli europei con l’Italia e conquistare la medaglia d’oro! Voglio un primo posto anche con la nazionale in carriera e credo che, nonostante i cambiamenti, questa squadra possa ancora farcela a vendicarsi delle beffe che hanno portato al 3 posto di Usti nad Labem e di Hereford

Cosa si prova ad essere un elemento stabile della nazionale italiana?

Per essere un elemento stabile bisogna dimostrare di saper fare la differenza in ogni occasione, quindi credo che anche questo sia frutto del duro lavoro fatto in allenamento! Il lavoro paga sempre!

Perchè un ragazzo/a dovrebbe cominciare a giocare a Tchoukball?

Perchè il tchoukball è uno sport che regala tantissime emozioni, nuove esperienze e, se preso con la giusta serietà puó offrire numerose opportunità e soddisfazioni! Se a questo aggiungi un clima di rispetto prima e di amicizia poi capisci che il tb è una disciplina diversa dalle altre! Chi lo prova difficilmente torna indietro e chi lo fa è un babbo!

 

FacebookTwitterGoogle PlusEmail